CSN7NEWS.IT  EUROPA ATTUALITA' ONLINE  7. 1. 2022 N .155 anno  XIV |||||||| ISSN 2283-6586

_TOP-ATTUALITA'      EUROPA     CULTURA     ITALIA  FVG   MARCHE  MEDIA     INTERVISTE   GREEN LOVE LIFE                          CONTATTI

 

________________________________________________________________________ 

   WHAT WE ARE >                       IN YOUR COUNTRY                    >Staff Directory  Contatti_lavora con noi > WHAT WE DO                                            press email:  nobile.redazione@csn7news.it

CONSIGLIO  UE  POLITICA - ECONOMIA  - SALUTE  - SPETTACOLO - SPORT - CRONACA7

 

                                                CRONACA

              Placati i disordini in Kazakistan

                                 by REDAZIONE

Da giorni monta la rabbia per l'aumento del prezzo del gpl

Le truppe di Mosca, in assetto di guerra, entrano nel Paese sconvolto da rivolte popolari per l'aumento del prezzo del Gpl: 13 poliziotti morti, altri 95 feriti, 200 arresti. I rivoltosi armati hanno circondato due ospedali. La banca centrale sospende le operazioni. Internet bloccato in tutto il Paese. Adesso si sta inasprendo la situazione nel terzo giorno di protesta.

Il presidente del Kazakistan in precedenza aveva chiesto assistenza all'Organizzazione del Trattato di sicurezza collettiva (CSTO), un'alleanza militare di Russia, Bielorussia, Armenia, Kazakistan, Kirghizistan e Tagikistan.  Le forze di pace del CSTO hanno annunciato l'invio di truppe.

Dopo che il governo si è dimesso, è stato decretato lo stato di emergenza in tutto il Paese. 

Di recente sembra essere tornata la calma. Ma a quale prezzo? Ad Almaty, capitale economica del Kazakhstan, pare sia stata combattuta una guerra civile. Auto e edifici bruciati rilevano la brutalità degli scontri a chi timidamente venerdì è sceso in strada dopo che il presidente Kassym-Jomart Tokayev ha dichiarato che l’ordine è stato per lo più ristabilito nel Paese.     

                  

   

 

 

 

 

 

 

 

                    UNIONE EUROPEA

       L'Europa seguirà  il piano restrittivo  anticovid                                                 italiano?

by  REDAZIONE

Considerando la mappa dell'Ecdc sul rischio Covid nell'Unione europea si notano tanti stati  in rosso come l'Italia che è tutta in rosso scuro (tranne la Sardegna). In rosso scuro anche Portogallo, Spagna, Francia, Belgio, Olanda, Lussemburgo, Irlanda, Grecia e altri Paesi, eccetto la Romania.

Perciò il Presidente della Commissione Affari Costituzionali del Parlamento Europeo e vicepresidente del Partito Popolare Europeo Antonio Tajani auspica che gli Stati d'Europa seguano lo stesso piano dell'Italia.  

"Credo - ha detto Tajani durante "Generazione Europa", il nuovo spazio di SkyTg24 sulla politica europea - che la scelta del governo italiano sia da seguire per impedire un nuovo lockdown e ridurre il numero degli ospedalizzati. Vaccinare chi ha più di 50 anni è una scelta che va nella direzione di contenere il contagio. In Europa si deve seguire ciò che sta facendo l'Italia ed è opportuno coordinare sempre di più e meglio. L'Europa dovrà anche investire nei Paesi più poveri per diffondere la vaccinazione più di quanto non si faccia oggi".  (f

 

 

 

 

 

 

 

        

          

                                   

                                                     ESTERI

UE: in crescita il commercio agroalimentare

by REDAZIONE

 

 

 

 

 

                     

                                              (jpg Agrapress.it)

                                                     

 

Non sembra vero, però I dati parlano chiaro. Il valore totale del commercio agroalimentare dell’ue (esportazioni piu’ importazioni) per gennaio-luglio 2021 si e’ attestato a 183,8 miliardi di euro, con un aumento del 3,2% rispetto al periodo corrispondente dello scorso anno”, lo rende noto un comunicato della commissione europea, che prosegue: “le esportazioni sono aumentate di quasi il 6% a 111,4 miliardi di euro, con le importazioni in lieve calo dello 0,2% a 72,4 miliardi di euro. cio’ riflette un avanzo commerciale agroalimentare complessivo di 39 miliardi di euro per i primi sette mesi dell’anno, con un aumento del 18% rispetto allo stesso periodo del 2020. il maggior incremento delle esportazioni si e’ registrato in quelle verso gli Stati Uniti, il cui valore e’ cresciuto di 1,6 miliardi di euro, pari al 13%. cio’ e’ stato principalmente guidato da vino, liquori e liquori, cioccolato e dolciumi. in forte crescita anche l’export verso la cina (857 milioni di euro in piu’), grazie al buon andamento di distillati e liquori, cereali secondari e vino. inoltre, il periodo gennaio-luglio ha visto aumentare significativamente il valore delle esportazioni verso svizzera (+450 milioni di euro), norvegia (+352 milioni di euro), corea del sud (+328 milioni di euro) e israele (+257 milioni di euro). proseguendo la tendenza osservata per tutto il 2021, il calo maggiore delle esportazioni agroalimentari e’ stato registrato in quelle verso il regno unito, in calo di 411 milioni di euro rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. se da un lato rappresenta un calo del 2%, mostra comunque un rimbalzo negli ultimi mesi a seguito della riduzione dei valori delle esportazioni all’inizio dell’anno. notevoli decrementi anche nel valore delle esportazioni verso arabia saudita (-399 milioni di euro), algeria (141 milioni di euro), hong kong (-110 milioni di euro) e kuwait (-10 milioni di euro). il maggiore incremento delle importazioni agroalimentari e’ stato registrato dai prodotti dal brasile, che sono cresciuti di 849 milioni di euro, pari al 12% rispetto allo stesso periodo del 2020. incrementi consistenti si sono registrati anche nelle importazioni dall’australia (+456 milioni di euro), india ( +340 milioni di euro), serbia (+248 milioni di euro) e argentina (+189 milioni di euro). il calo complessivo delle importazioni agroalimentari e’ stato causato principalmente da una forte riduzione delle importazioni dal regno unito, in calo di 2,4 miliardi di euro, pari al 29% rispetto ai primi sette mesi del 2020. si sono registrate diminuzioni significative anche delle importazioni dagli stati uniti ( -525 milioni di euro), ucraina (-202 milioni di euro), vietnam (-178 milioni di euro) e moldavia (-138 milioni di euro). guardando alle specifiche categorie merceologiche, il periodo gennaio-luglio ha visto una forte crescita dei valori dell’export di vino (+2,2 miliardi di euro) e superalcolici (+1,1 miliardi di euro), con un incremento rispettivamente del 30% e del 32%. altri significativi incrementi di valore delle esportazioni sono stati registrati negli oli di colza e girasole (+506 milioni di euro) e nel cioccolato e nei prodotti dolciari (505 milioni di euro). in forte calo, invece, le esportazioni di grano (-1,3 miliardi di euro) e di alimenti per l’infanzia (-718 milioni di euro), con riduzioni piu’ contenute ma notevoli anche per le esportazioni di burro (-163 milioni di euro), ortaggi (-161 milioni di euro), latte in polvere e siero di latte (-100 milioni di euro). i maggiori incrementi in valore delle importazioni si sono registrati nei semi di soia (+929 milioni di euro), panelli (+901 milioni di euro in piu’), acidi grassi e cere (+299 milioni di euro). nel frattempo, le maggiori diminuzioni dei valori delle importazioni sono state registrate in frutta tropicale, noci e spezie (-814 milioni di euro), caffe’ e te’ non torrefatti (-230 milioni di euro) e agrumi (-181 milioni di euro)”.  (Agrapress)

 

 

     

 

    Tatuaggi a colori, sì o no?

      by EMILIANO BELMONTE      

 

 

 

 

 

  

 

 

 

Tatuaggi a Colori - A continuare a usufruire di alcuni tra i pigmenti “a rischio” saranno proprio persone fragili per esempio nella ricostruzione dell’aureola mammaria da parte dei medici, ne parliamo con Marco Manzo

Sono state negli ultimi giorni diffuse notizie allarmistiche particolarmente gravi da parte dei media che hanno creato scompiglio e spavento nel mondo del tatuaggio e negli utenti del settore, facciamo chiarezza sulla faccenda grazie al prezioso contributo del tatuatore romano di fama internazionale Marco Manzo.
Dal 4 gennaio i tatuatori dovranno smaltire a proprie spese i pigmenti precedenti, se il colore contiene nichel o cromo, l’utente deve essere a conoscenza della presenza di tali sostanze poiché molte persone sono allergiche al nichel.
Ne parliamo con Marco Manzo, storico tatuatore Romano e primo docente in Italia di igiene sul lavoro e tecnica di tatuaggio nei corsi professionali obbligatori e nei primi corsi sperimentali europei sin dalla loro istituzione.
L’Associazione Tatuatori.it dichiara:
“In relazione alle notizie più che allarmistiche, che alcuni organi di stampa hanno diffuso si fa presente che i pigmenti che non potranno essere importati, venduti, utilizzati, detenuti per il tatuaggio / trucco permanente sono solo quattro: C.I. 77603 Pigment Yellow 34, C.I. 77900 Pigment Yellow 157, C.I. 77332 Pigment Black 25, CI 77605 Pigment Red 104, mentre per il Pigment Blu 15:3 (CI 74160) e per il Pigment Green 7 (CI 74260) la Commissione europea ha concesso alle aziende produttrici un ulteriore anno di tempo (4 gennaio 2023) affinché possano trovare delle molecole sostitutive.
Tutti gli altri pigmenti colori sono permessi con un limite di concentrazione, pertanto, i produttori sono obbligati a mettere sul mercato solo prodotti conformi ai nuovi standard.
I pigmenti con le precedenti concentrazioni possono essere utilizzati esclusivamente in area medica (es. ricostruzione del complesso areolare), praticamente a queste persone, che sono definite fragili, possono essere inserite nel derma quantità maggiori rispetto a soggetti cosiddetti sani.
Il Consiglio Direttivo”
Marco Manzo rassicura: “Le nuove norme Europee, che già in precedenza erano le più rigide al mondo, mettono ancora più in sicurezza il settore del Tatuaggio: tatuarsi in Europa, e quindi in Italia, costituisce una garanzia”.
Prosegue Manzo: “Sarà ancora possibile per gli appassionati tatuarsi a colori ,cambiano solo le percentuali di alcune sostanze contenute nei pigmenti, come si può evincere dal REACH ed alcuni pigmenti verranno sostituiti da altri, conformi alle nuove norme: andrà indicato ad esempio sulla confezione , in lingua Italiana nel nostro caso, CONTIENE NICHEL, PUO' PROVOCARE REAZIONI ALLERGICHE" se la miscela contiene nichel in quantità INFERIORE ai limiti stabiliti; lo stesso dicasi per il Cromo: peraltro, esistono già in commercio da anni pigmenti privi di nichel: cambiano quindi le etichette e le informazioni in esse contenute sono più dettagliate”
Altre sostanze per la preparazione dei pigmenti, cambiano o vengono eliminate.
Andranno informati anche gli utenti, i pigmenti utilizzati in Italia già erano conformi ai dettami della Comunità Europea erano già certificati atossici e sterili quindi sicuri.
Nell’ultimo Congresso del 17 dicembre si evince che I medici per quanto riguarda la ricostruzione dell’aureola mammaria possono utilizzare nei soggetti fragili alcuni tra i pigmenti che non saranno più permessi dal 4 gennaio.
Come in ogni settore, come anche quello alimentare, i cambiamenti e le innovazioni di carattere migliorativo in termini strutturali sono all’ordine del giorno e non devono spaventare gli utenti e i professionisti poiché stiamo parlando di cambiamenti su supposizioni e non su prove scientifiche che ambiscono a progettare un miglioramento del settore. In Europa abbiamo sempre avuto le norme più stringenti e questo dovrebbe rappresentare una garanzia di sicurezza e assolutamente non il contrario per gli utenti.
Parlando coi produttori, inoltre, e mi riferisco ad alcune delle più importanti aziende internazionali di colori per tatuaggi, hanno dichiarato che è già pronta una gamma molto ampia di colori conformi alle nuove norme, che sarà in commercio a giorni.
La cosa fondamentale quindi è sempre andare da professionisti qualificati ed autorizzati, che sono anche controllati.
Inoltre, si stabilisce che prima di utilizzare una miscela per tatuaggio, la persona che la utilizza deve fornire alla persona che si sottopone alla pratica le informazioni indicate sull'imballaggio o le istruzioni per l'uso a norma.”
Conclude Manzo: "Ribadiamo che l'Unione Europea, e quindi l'Italia, negli studi professionali autorizzati ha da sempre mostrato grande attenzione all'utilizzo di pigmenti a norma, acquistati solo dal produttore o dai distributori ufficiali, per garantire la massima sicurezza agli utenti.” A questo link troverete ulteriori informazioni espresse da Manzo
: https://www.tribaltattootatuaggiroma.it/wp-admin/post.php?post=3877&action=edit&lang=it&classic-editor

 

 

                              VIAGGI

            Voli low cost tra Europa e Stati Uniti

                         in primavera

     by REDAZIONE                   

 

Sarà una nuova compagnia aerea norvegese la Norse Atlantic Airways a riprendere le rotte a prezzi economici tra Europa e Stati Uniti, e che prenderà il posto di Norwegian Air Shuttle costretta ad abbandonare i voli low cost tra Vecchio e Nuovo Continente a causa della pandemia.

Nonostante il momento difficile di nuovi contagi, di restrizioni e quarantene, e anche di cancellazione di molti voli, arriva questa buona notizia, sul fronte dei viaggi low cost.

Nel nuovo anno, non appena si potrà, la compagnia aerea - che ha appena ottenuto il certificato di operatore aereo dall’Autorità per l’aviazione civile norvegese.- decollerà con i primi voli nella primavera del 2022, impiegando quindici Boeing 787 Dreamliner noleggiati (dodici 787 -9 e tre 787-8, noleggiati da BOC Aviation e AerCap).

“Stiamo facendo un passo importante verso il lancio dei nostri voli attraenti e convenienti tra l’Europa e gli Stati Uniti nella primavera del prossimo anno”, ha dichiarato soddisfatto il Ceo e fondatore di Norse Atlantic Airways, Bjorn Tore Larsen, ringraziando per l’autorizzazione l’Autorità per l’aviazione civile norvegese.

Al momento, le destinazioni Usa collegate dalla nuova compagnia aerea sono: New York, Los Angeles e la Florida. I voli low cost di Norse Atlantic Airways partiranno oltre che da Oslo anche da Parigi e Londra.

Non ci resta, dunque, che aspettare la primavera del 2022, con l’auspicio che i voli internazionali tornino regolari e che i collegamenti di Norse aumentino, includendo anche l’Italia.

 

 

 

  •  

    SPORT

     

    SPORT                                   

    CSN7NEWS.it   Periodico europeonline d'Attualit←nternazionale Multimedia  © Fondato nel 2009 editore -proprietario CNE EDITORE |  editor: Nobile Claudia   |   Testata giornalistica  registrata al Tribunale di Udine | Registro stampa - n.1 del 30/1/2009 | Direttore responsabile Claudia Nobile   |  Posta elettronica certificata:  nobileclaudia.odg@pecgiornalisti.it  | Informazioni generiche REDAZIONE: nobile.redazione@csn7news.it © Copyright 2009-2017 Edizione CSN7NEWS.it  - Tutti i diritti riservati  | Type: Nonprofit  |    2009-2020 Copyright © Nobile Claudia Editor & Journalist. All rights reserved |  

     22022

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

     

  •                                                              

       
       

                                                                              

     Notizie Locali - Interno