CSN7NEWS.IT  FRIULI VENEZIA GIULIA ATTUALITA' ONLINE aggiornamento 7. 10. 2021 N .152 anno  XIII  |||||||| ISSN 2283-6586

 TOP-ATTUALITA'      EUROPA     CULTURA     ITALIA  FVG   MARCHE  MEDIA     INTERVISTE   GREEN LOVE LIFE                          CONTATTI

TRIESTE SCIENCE+FICTION FESTIVAL


La manifestazione triestina annuncia un focus dedicato al cinema fantastico elvetico, in collaborazione con SWISS FILMS, l'ente di promozione per i film svizzeri all'estero, e il NIFFF - Neuchâtel International Film Festival: in programma le anteprime di 7 film, tra cui due classici degli anni ‘60 e ‘70 e cinque film rappresentativi della nuova onda degli anni 2000, insieme a una selezione di sette cortometraggi.


Appuntamento con la 21° edizione del Trieste Science+Fiction Festival dal 27 ottobre al 3 novembre in formato ibrido, con modalità di partecipazione dal vivo e online in tre diverse sale: il Politeama Rossetti e il Cinema Ariston di Trieste e, per il secondo anno consecutivo, la sala virtuale di MYmovies.

 

La 21° edizione del Trieste Science+Fiction Festival, in programma dal 27 ottobre al 3 novembre 2021 sia dal vivo al Politeama Rossetti e al Cinema Ariston a Trieste che online su MYmovies, annuncia un focus dedicato al cinema di fantascienza svizzero. 


SWISS FILMS, l'ente di promozione per i film svizzeri all'estero, in collaborazione con la 20° edizione di NIFFF (Neuchâtel International Film Festival) presenta una selezione di cortometraggi e lungometraggi di genere fantastico che verrà mostrata in anteprima al Trieste Science+Fiction Festival 2021. La selezione Swiss Fantastic Films on Tour raccoglie 14 opere originalissime suddivise in 7 film e 7 cortometraggi, mettendo in risalto la varietà di un genere che negli ultimi ha conosciuto una vera e propria rinascita, esplorando mondi sconosciuti capaci di stravolgere la nostra percezione del reale e di ispirare la nostra immaginazione.

Tra i film in programma al festival triestino
due classici della fantascienza svizzera degli anni ‘60 e ‘70, recentemente masterizzati: La vergine di Shandigor” (1967) di Jean-Louis Roy, un'originale avventura fantaspionistica alla 007 che vede protagonista uno scienziato alle prese con armi atomiche e oscuri poteri forti, insieme a Grauzone” (1979) di Fredi Murer, un intrigante mockumentary in cui una giovane coppia dovrà affrontare una misteriosa epidemia che il governo cerca di insabbiare. Un ritratto impressionante della società del controllo elvetica che prefigura i movimenti di rivolta a Zurigo del 1980.

 

 WHAT WE ARE >                       IN YOUR COUNTRY                    >Staff Directory  Contatti_lavora con noi > WHAT WE DO                                              press email:  nobile.redazione@csn7news.it


 

 

 

 

 

 

                                  

 

           Un libro per la sicurezza in rete

        realizzato dalla Polizia postale

 

 

 

 La Polizia Postale, in occasione della Giornata Mondiale degli Insegnanti che si celebra il 5 ottobre e in concomitanza della Festa dei Nonni, ha organizzato un workshop sul tema della sicurezza online nelle scuole elementari sul territorio nazionale.

Gli Operatori della Polizia Postale - spiega il portavoce dalla Polizia - incontrano oltre 50mila bambini ai quali si regala il libro “Interland: avventure digitali - in viaggio col nonno alla scoperta del Web”. Il volume, dedicato ai bambini e alle loro famiglie per aiutarli ad affrontare insieme i temi della sicurezza del web, edito da Gribaudo, è stato realizzato dalla Polizia Postale in collaborazione con Google e sarà distribuito gratuitamente anche dalla casa editrice Feltrinelli.

 

E' un tema decisamente importante e utile: al centro del dibattito con gli specialisti della Polizia Postale, il dialogo intergenerazionale punta sui temi del digitale e l'aiuto reciproco tra nonni e “nativi digitali” per sviluppare le competenze fondamentali per vivere online e in rete con consapevolezza. La Polizia Postale incontra gli alunni delle classi quinte di alcune Scuole Primarie della Regione: a Trieste gli alunni del Collegio Dimesse, a Udine gli alunni dell’Istituto Silvio Pellico, a Gorizia gli alunni dell’Istituto Giuseppe Ungaretti e a Pordenone gli alunni dell’Istituto Elisabetta Vendramini.

 

Inoltre, il volume sarà anche distribuito durante le giornate della Barcolana dagli operatori della polizia postale presso lo stand della Polizia di Stato che si troverà in Piazza dell’Unità d’Italia.

 

I protagonisti del libro sono nonno Agenore e i suoi due nipotini, Davide e Matilde, che, in occasione del compleanno del nonno, compiono un viaggio attraverso i “quattro Regni di Interland”, alla ricerca di un regalo nascosto.

Nel corso del viaggio, i protagonisti dovranno affrontare alcune sfide - haters, phishing, incidenti legati alla privacy online, etc., le stesse che tutti noi affrontiamo ogni giorno sul Web - con insegnamenti e consigli.

 

L’obiettivo delle attività è insegnare ai bambini, sempre più precoci nell’utilizzo dei device, che nel periodo dell’emergenza Covid-19 sono stati sempre più esposti in solitudine sulla rete internet e vittime di reato, a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi al cyberbullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé e per gli altri.

 

La formazione sui temi della sicurezza e dell’uso responsabile della rete è un impegno quotidiano della Polizia di Stato e la collaborazione con il Ministero dell’Istruzione è assolutamente determinante.

 

Un impegno avvalorato anche dai dati sul rapporto tra giovanissimi e sicurezza online: l’avvento della pandemia ha di fatto bruciato le tappe di una progressione della diffusione dell’uso delle nuove tecnologie in fasce di età sempre più precoci: per riempire i lunghissimi pomeriggi chiusi in casa, per compensare la mancanza di contatti con i coetanei e i familiari, sono numerosissimi i bambini che hanno acquisito, in pochi mesi, una dimestichezza maggiore all’uso di tablet e smartphone, in un’età in cui, in passato, la biciletta e la palla erano le principali fonti di attrazione.

 

I bambini più piccoli che approcciano la rete sono attratti dai giochi online, si muovono sui socialnetwork ma rivelano la loro forte fragilità per inesperienza, per immaturità cognitiva ed emotiva, e per una profonda suggestionabilità che li espone, inevitabilmente, al rischio di essere vittime di cyberbullismo e ancor più di adescamento online.

Emerge che molti dei genitori si sono detti preoccupati della sicurezza online dei propri figli, e due su quattro hanno dichiarato di aver preso precauzioni per proteggerli.

 

Le  misure più utilizzate dai genitori sono state le limitazioni all’accesso ad alcuni siti web e alle informazioni che postano su di loro sui propri social network, insieme a quelle che i loro figli possono condividere con le loro cerchie di amici online.

Inoltre,  molti dei genitori italiani hanno dichiarato episodi di cybercrime subiti dai figli, i più frequenti dei quali sono stati il download di un virus sul loro PC o su quello della famiglia, risposte a email di phishing, episodi di smishing (SMS) e violazioni dei profili social.

In questo contesto, le maggiori preoccupazioni dei genitori riguardano il timore che i propri figli possano dare troppe informazioni a sconosciuti, la paura che possano essere convinti con l'inganno a incontrare malintenzionati e che potrebbero subire atti di bullismo oppure molestie.

 

Iniziative come la giornata mondiale dedicata agli insegnanti, ormai celebrata in tutto il mondo, sono di grande importanza perché aiutano a portare la sicurezza della rete all’attenzione di un grande numero di utenti, soprattutto adulti, che sono oggi nel nostro paese quelli meno consapevoli dell’importanza di educare i minori a un uso sicuro, consapevole e responsabile del web.

 

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          (Questura di Gorizia - Ufficio Relazioni con il Pubblico )

 
   

                                 Carrer-Day 2020-21     

Eccovi una bella iniziativa messa a punto dall'Università di Trieste per chi cerca una carriera in relazione ai suoi studi

                             

    


Job@ UniTS, il Career Day di Ateneo, per l'11° anno mette in contatto le aziende con studenti, laureandi, laureati e PhD dell'Ateneo.

Sono 40 le grandi imprese nazionali e internazionali che quest'anno hanno deciso di partecipare, a cui si aggiungono 3 importanti enti del territorio, la Regione FVG, il Comune di Trieste e Area Science Park: un'occasione imperdibile per chi nella comunità UniTS cerca una carriera in linea con il proprio percorso di studi.

   
 

L’evento si svolgerà ONLINE sulla nuova piattaforma Mito sviluppata da AlmaLaurea per il matching automatico tra curricula ed esigenze delle aziende, consentendo di far incontrare in maniera efficace domanda e offerta di lavoro.

Il programma prevede

· VIDEO-COLLOQUI individuali con le aziende il 21 ottobre

· 12 WORKSHOP di presentazioni aziendali il 20 ottobre

È possibile registrarsi all’evento fino al 7 ottobre

   
 

In preparazione dell’evento ci saranno 5 LABORATORI "Preparati a Job@UniTS" dal 21 settembre al 19 ottobre

   
 

                                                                                                                                                                     (Università Studi Trieste)

 

Un Premio di Laurea in ricordo di Piero Villotta

Un anno fa, il 28 settembre 2020, ci lasciava il collega Piero Villotta, un punto di riferimento per il giornalismo regionale e per il mondo culturale friulano. È stato, fra le altre cose, presidente dell’OdG FVG per ben 12 anni e quindi, fino alla sua scomparsa, componente del Consiglio nazionale dell’Ordine.
Per ricordare Piero Villotta (deceduto il 28 settembre 2020), punto di riferimento del giornalismo del FVG e per il mondo culturale, il Cnog e l’Ordine regionale hanno istituito, d’intesa con la famiglia Villotta, un Premio di laurea di 2.000 euro riservato ai laureati dei corsi in Relazioni Pubbliche e laurea magistrale in Comunicazione integrata per le imprese e le organizzazioni dell’Università degli Studi di Udine
.
Saranno ammessi al concorso tutti coloro che si siano laureati con una tesi sulla moderna comunicazione, con particolare attenzione alle grandi trasformazioni che la rivoluzione digitale sta apportando al mondo dell’informazione e del giornalismo e all’analisi degli effetti di influenza sociale prodotti dall’informazione giornalistica.
Saranno accettate le tesi discusse a partire dall’Anno Accademico 2017-2018 fino alla data di chiusura del bando fissata per il 30 novembre 2021. Ecco il bando completo per partecipare e il modulo per la domanda. (c.s.ODG FVG)

                                            Trallallero apre con la mostra interattiva Il Giardino Sonoro

          

Apre venerdì 8 ottobre, alle 18.30, al Castello Savorgnan di Artegna l'11^ edizione di Trallallero! A dare il via alla nuova stagione del Festival internazionale di teatro e cultura per le nuove generazioni sarà l'inaugurazione de “Il Giardino Sonoro”: una mostra interattiva di strumenti musicali originali realizzati dal musicista e regista Peter Kus. (IN FOTO)

Nel fine settimana in programma anche due spettacoli teatrali imperdibili: “Coppia aperta quasi spalancata”, l’opera più rappresentata di Dario Fo e Franca Rame, e “Peter Pan”.
(by ELEONORA CUBERLI) 

 

                                                                                                    

 

 


 

 

 

                  

 

 

 

 

 

 ;

       

 

 

 

 

 

 

 

 

2009-2021copyright