CSN7NEWS.IT  MARCHE ATTUALITA' ONLINE   7. 5. 2023 N .183  anno  XVI |||||||| ISSN 2283-6586

TOP-ATTUALITA'      EUROPA     CULTURA     ITALIA  FVG   MARCHE  MEDIA     INTERVISTE   GREEN LOVE LIFE                          CONTATTI

   WHAT WE ARE >                       IN YOUR COUNTRY                    >Staff Directory  Contatti_lavora con noi > WHAT WE DO                                            press email:  nobile.redazione@csn7news.it

            Il progetto avanzato "GREEKSCHOOLS''

                                                                by PAOLO MONTANARI

      

Il progetto"GREEKSCHOOLS'' ha realizzato una nuova edizione dell'antica storia dell'Accademia di Filodemo.I papiri rivelano il luogo di sepoltura di Platone 

 

 Nelle oltre mille parole, un 30% del testo, lette grazie all'incrocio tra moderne tecnologie e scienza filologica, del papiro trovato negli scavi di Ercolano, in gran parte carbonizzato e contenente la STORIA DELL'ACCADEMIA di Filodemo di Gadara(110- dopo il 40 a.C.), è emerso il luogo di sepoltura di Platone. Le nuove tecnologie stanno aiutando se non superando le scoperte archeologiche classiche, perchè le cosiddette biblioteche ritrovate, da una felice espressione derivante dalla rassegna del CINEMA RITROVATO bolognese, danno vita ad una sorta di gara con premi per chi decifra porzioni di testo attraverso l'intelligenza artificiale. Ed è il caso del progetto della VESUSIS CHALLENGE, che con tali strumenti, lavora su preziosi reperti. Ma non è la sola, perchè a Napoli, presso la Biblioteca Nazionale Vittorio Emanuele III. è stato presentato il progetto avanzato "GreekSchools'' che ha portato a delle scoperte scientifiche sensazionali.

Questo progetto iniziato nel 2021 e della durata di 5 anni dall'Università di Pisa in collaborazione con l'Istituto di Scienze del Patrimonio Culturale e l'Istituto di Linguistica Computazionale "Antonio Zampolli'' del Consiglio nazionale delle ricerche, e la Biblioteca Nazionale di Napoli, che ha conservato un papiro carbonizzato a seguito dell'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. che è conservato insieme a molti altri nell'Officina dei Papieri Ercolanesi.


I PAPIERI ERCOLANESI

Il progetto, oltre all'aspetto conservativo dei manufatti, ha l'obiettivo di pubblicare un'edizione aggiornata, grazie all'applicazione di tecniche di imaging e metodi filologici, della Rassegna dei filosofi di Filodemo, la piu antica storia della filosofia greca in nostro possesso. Il testo rispetto al passato è radicalmente cambiato e implica una serie di fatti nuovi sui vari filosofi accademici. E tra le novità emerse vi è l'informazione che PLATONE  fu sepolto nel giardino a lui riservato nell'Academia di Atene, vicino al sacello acro MUSEION. Scoperte a guida del prof. Graziano Ranocchia dell'università di Pisa che ha così spiegato l'originale scoperta: "Alcune integrazioni precedenti sono state sostituite e alcuni passaggi frammentati sono stati integrati o riletti. '' Un totale di dieci nuovi frammenti di papiro di media grandezza. Oltre alla SEPOLTURA DI PLATONE, ha aggiunto l'editore del progetto del papiro Kilian Fleischer, si apprende che Platone fu venduto come schiavo sull'isola di Egina intorno al 404 a.C.. Quando gli Spartani conquistarono l'isola o nel 399 a.C., subito dopo la morte di Socrate. Fino alla scoperta del nuovo progetto si riteneva che Platone fosse stato venduto come schiavo nel 387 a.C. durante il suo soggiorno in Sicilia presso Dionisio I di Siracusa. In altri passi le ultime ore di Platone furono accompagnate con scarso successo da una musicista barbara. 
Più accurate  letture di passi noti forniscono un nuovo quadro delle circostanze della corruzione dell'oracolo di Delfi da parte del filosofo accademico Eraclide Pontico. Viene inoltre corretto il nome di Filone di Larissa in FILIONE , il quale morì a 63 anni in Italia durante la pandemia influenzale. 
La Storia dell'Accademia conservata in due rielaborazioni, contiene inoltre molte informazioni altrimenti perdute sullo sviluppo dell'Accademia e sulle sue figure più importanti, da Platone ad Antioco e Aristo di Ascalon. Nella prima parte di PHerc 1021 rappresenta un mosaico di brani copiati o parafrasati direttamente o indirettamente da opere perdute di filosofi, storici e biografi del primo ellenismo.

IL PROGETTO GREEKSCHOOLS
Il progetto ha anche lo scopo di sviluppare metodi di indagine dei manoscritti applicando le più avanzate tecniche di diagnostica per immagini, infrarosso, ultravioletto, imaging ottico, ha sottolineato Costanza Miliani del CNRISPC. Ne sono emerse delle novità dalla lettura, effettuata per la prima volta , di sequenze di lettere nascoste all'interno di strati multipli. Un salto di qualità enorme che si svilupperà nei prossimi anni. "Gli strati multipli, ha sottolineato il prof. Ranocchia, rappresentano un problema drammatico per la lettura di quasi tutti i rotoli che sono stati svolti, all'incirca 1560 su 1840 sopravvissuti all'eruzione del Vesuvio nel 79 d.C. Poter finalmente individuare questi strati e ricollocarli virtualmente nella loro posizione originaria significa ripristinare la continuità del testo, e raccogliere una quantità di informazioni enorme rispetto al passato.''

A LIBRO APERTO 

E' uscito in questi giorni nelle librerie il saggio  A LIBRO APERTO LE ESPOSIZIONI BIBLIOGRAFICHE TRA PASSATO E FUTURO  a cura di Pierfilippo Saviotti e introduzione del prof. Klaus Kempf, già docente del centro archivistico centrale sezione digitale dell'Università di Monaco ed oggi impegnato nella digitalizzazione della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Il saggio edito da Leo S. Olschki, costituisce un progetto profondamente innovativo per due ordini di ragione. Innanzitutto nel metodo, in quanto iniziativa originata dal connubio tra l'idea di una mostra-laboratorio e la formula del convegno internazionale, e che permette di approfondire, documentare  e illustrare  il tema delle esposizioni dei manoscritti, del materiale grafico. Inoltre il saggio contiene gli interventi di studiosi che evidenziano una MOSTRA LIBRARIA, indagandone caratteristiche,storia e finalità. Un libro aperto di cui  il  GREEKSCHOOL ne è un esempio concreto.

LA SCUOLA O ACADEMIA DI PLATONE
In un saggio Umberto Eco LA CIVILITA' GRECA FILOSOFIA, descrive la scuola filosofica di Platone che il grande filosofo fonda all'interno del ginnasio dedicato all'eroe Academa e che prenderà il nome di Accademia. E Diogene Laerzio LA FONDAZIONE DELL'ACCADEMIA VITA DEI FILOSOFI,LIBRO III ,  7  che ci narra di questa scuola, un punto di riferimento per l'intera Grecia e che ora con Greekschool e l'elaborazione del'intelligenza artificiale  che riprende il concetto di intelligenza nella grecità tra logos e metis, fra categorie e soluzioni specifiche, apre ad un mondo antico e moderno.

 

 

 

 

 

 

 

  •  

    CSN7NEWS.it   Periodico europeonline d'Attualità internazionale Multimedia  © Fondato nel 2009 editore -proprietario  CWN EDITORE |  editor: Nobile Claudia   |   Testata giornalistica  registrata al Tribunale di Udine | Registro stampa - n.1 del 30/1/2009 | Direttore responsabile Claudia Nobile   |  Posta elettronica certificata:  nobileclaudia.odg@pecgiornalisti.it  | Informazioni generiche REDAZIONE: nobile.redazione@csn7news.it © Copyright 2009-2024  Edizione CSN7NEWS.it  - Tutti i diritti riservati  | Type: Nonprofit  |    Copyright © Nobile Claudia Editor & Journalist. All rights reserved |  

     2024  

     

     

     

     

     

     

  •                                                                               

     Notizie Locali - Interno